Psicosi

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Sintomatologia

I sintomi psicotici sono ascrivibili a disturbi diformadelpensiero, disturbi dicontenutodel pensiero, e disturbi della sensopercezione. Si distinguono anche in "positivi", caratterizzati da espansione della percezione e della sensazione (deliri, allucinazioni, ecc.), e "negativi", caratterizzati da introiezione ed iporeattività (sintomi autistici, catatonia, isolamento, ecc.).

  • Disturbi di forma del pensiero: alterazioni del flusso ideativo fino all'"insalata di parole" ed all'incoerenza; alterazioni dei nessi associativi, come la paralogia, la tangenzialità, le risposte di traverso, i salti di palo in frasca;
  • Disturbi di contenuto del pensiero: ideazione prevalente delirante (deliri, spunti interpretativi);
  • Disturbi della sensopercezione: dispercezioni ed allucinazioni uditive (a carattere imperativo, commentante, denigratorio o teleologico), visive, olfattive, tattili, cenestesiche, geusiche.

Di queste tre categorie di sintomi, il disturbo del contenuto del pensiero (delirio) è quello caratterizzante tutti i quadri psicotici; infatti nei disturbi psicotici dell'umore le allucinazioni possono essere assenti, così come nel disturbo delirante cronico (Paranoia) non si osservano evidenti disturbi della forma del pensiero.

Tali sintomi possono presentarsi sotto forma di episodi in diverse altre condizioni: